Decreto Terremoto: trattamento e trasporto dei materiali derivanti dagli interventi di ricostruzione

Pubblicato il 02/05/2017          

 
Decreto Terremoto approvato in via definitiva
 
Si segnalano le nuove disposizioni in materia di trattamento e trasporto dei materiali derivanti dagli interventi di ricostruzione, così come previste e disciplinate nel terzo decreto terremoto varato dal Governo ed approvato in via definitiva dal Senato lo scorso 5 aprile. Sono state attribuite specifiche competenze alle 4 Regioni interessate (Abruzzo, Lazio, Marche ed Umbria): è stata, infatti, abrogata la lettera e) del comma 2 dell'art. 14 del D.L. n. 189 del 2016, che prevedeva la redazione di un PIANO PER LA GESTIONE DELLE MACERIE E DEI RIFIUTI DA PARTE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO. 
Modifiche, quindi, anche ai commi dell’articolo 28 del decreto legge 189/2016 che facevano riferimento a questi piani. La materia è invece demandata ai presidenti delle quattro regioni interessate che devono approvare, entro 30 giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del nuovo dl (pubblicata in G.U. il 10 aprile u.s.) il piano per la gestione delle materie e dei rifiuti.
Ai fini degli adempimenti amministrativi, è considerato produttore delle macerie il comune interessato. 
Eliminata anche la disposizione che prevedeva che la costituzione, sempre da parte del
commissariostraordinario, diuncomitatodi indirizzo e pianificazione delle attività di rimozione dei rifiuti e della ricostruzione.
Si segnala, altresì, che oltre al conferimento ai centri di raccolta comunali ed ai siti di deposito temporaneo, le macerie potranno essere conferite direttamente anche agli impianti di recupero, sempre che le caratteristiche delle macerie stesse lo consentano. Gli impianti mobili per il trattamento dei rifiuti potranno essere utilizzati non solo per la separazione dei rifiuti ma anche per loro riutilizzo (attraverso operazioni individuate dal codice RS).
Viene concessa una deroga al codice unico ambientale per la gestione delle terre e delle rocce da scavo prodotte per l'allestimento dei moduli abitativi e di qualsiasi altra opera provvisionale connessa all'emergenza.

PARTENARIATI E COLLABORAZIONI

    

logo ucsi   soaconsult       csan     logo proassicura

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.