Soggetti obbligati a dichiarare i requisiti ex art. 80, Cantone scioglie i dubbi

Pubblicato il 14/11/2016          

 
Di fronte alle richieste di chiarimento piovute dalle stazioni appaltanti, in merito ai rappresentanti delle aziende obbligati ad autocertificare il possesso dei requisiti previsti dal codice, il presidente dell'Anticorruzione Raffele Cantone, ha diffuso un comunicato dove indica i soggetti obbligati a produrre le autocertificazioni e chiarisce le incertezze su modalità e momento di verifica dei requisiti.  Annuncia che a questo primo comunicato seguirà un documento di indirizzo più organico.
 
Il primo punto da chiarire riguarda i rappresentanti di impresa obbligati a dichiarare l'assenza di cause di esclusione legate alle condanne penali elencate dall'articolo 80 del Dlgs 50/2016. I problemi interpretativi erano sorti principalmente riguardo le figure dei "membri del consiglio di amministrazione cui sia stata conferita la legale rappresentanza, di direzione o di vigilanza", in quanto l'ordinamento giuridico italiano non contempla, nella disciplina dei modelli organizzativi delle società di capitali, un "consiglio di direzione" o un "consiglio di vigilanza"».
Il comunicato chiarisce che la dichiarazione e la verifica dei requisiti relativi alle condanne penali devono riguardare
1) i membri del consiglio di amministrazione cui sia stata conferita la legale rappresentanza, nelle società con sistema di amministrazione tradizionale e monistico (Presidente del Consiglio di Amministrazione, Amministratore Unico, amministratori delegati anche se titolari di una delega limitata a determinate attività ma che per tali attività conferisca poteri di rappresentanza);
2) i membri del collegio sindacale nelle società con sistema di amministrazione tradizionale e ai membri del comitato per il controllo sulla gestione nelle società con sistema di amministrazione monistico;
3)i membri del consiglio di gestione e ai membri del consiglio di sorveglianza, nelle società con sistema di amministrazione dualistico.
Inoltre la verifica dello stesso requisito deve riguardare anche i «soggetti muniti di poteri di rappresentanza, di direzione o di controllo». Cioè «i soggetti che, benché non siano membri degli organi sociali di amministrazione e controllo, risultino muniti di poteri di rappresentanza (come gli institori e i procuratori ad negotia), di direzione (come i dipendenti o i professionisti ai quali siano stati conferiti significativi poteri di direzione e gestione dell'impresa) o di controllo (come il revisore contabile e l'Organismo di Vigilanza di cui all'art. 6 del D. Lgs. n. 231/2001 cui sia affidato il compito di vigilare sul funzionamento e sull'osservanza dei modelli di organizzazione e di gestione idonei a prevenire reati)».
Nessun controllo invece deve essere effettuato sui membri degli organi sociali delle società eventualmente incaricate del controllo contabile, visto che le società di revisione dei bilanci sono un «soggetto giuridico distinto dall'operatore economico concorrente cui vanno riferite le cause di esclusione».
Cantone ricorda che  «l'art. 80, comma 2, del Codice non individua i soggetti nei cui confronti opera la causa di esclusione attinente alla presenza di cause di decadenza, sospensione e divieto derivanti da misure di prevenzione o di un tentativo di infiltrazione mafiosa». La conseguenza è che per questo specifico requisito i controlli dovranno essere eseguiti su tutti i soggetti indicati dal codice antimafia.
La dichiarazione sul possesso dei requisiti su tutti i soggetti indicati dal codice deve essere effettuata dal rappresentante legale dell'impresa. Che dunque può gestire la dichiarazione per tutti. Non c'è neppure bisogno di indicare nome e cognome dei titolari delle cariche sociali. Con l'obiettivo di semplificare i vari passaggi Cantone precisa che le stazioni appaltanti devono richiedere i nominativi «solo al momento della verifica delle dichiarazioni rese».
 

PARTENARIATI E COLLABORAZIONI

    

logo ucsi   soaconsult       csan     logo proassicura

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.